Skip to content

Tutti in pista

13 giugno 2014

Domani è un giorno importante per la città. Viene infatti inaugurato la nuova pista ciclopedonale che collegherà Monte Ciocci a Monte Mario passando per il Gemelli. Un circuito di quasi sei chilometri dove pedalare, passeggiare, correre, giocare. Un’infrastruttura attrezzata con panchine, fontanelle e aree di sosta, realizzato sopra la copertura della linea ferroviaria Roma-Viterbo FR3.

Sarà un’inaugurazione itinerante che comincerà alle 17 al Viale dei Monfortiani e si concluderà intorno alle 19.30 nel Parco Urbano di Monte Ciocci.

È prevista la presenza del primo cittadino/ciclista Ignazio Marino.

http://m.youtube.com/watch?v=iqNWChmnDaw

Questo il video realizzato per presentare il percorso:

 

Ultima chiamata

10 giugno 2014

Amici,

giovedì 12, alle ore 15, la Commissione Regionale ha all’ordine del giorno la modifica della delibera n.55 del 2008 che approvava il Piano di Assetto della Riserva Naturale di Monte Mario escludendo l’area di Monte Ciocci. Grazie agli sforzi dei consiglieri Cecera, Colabello, Pollicita, Errani, la Regione si sta muovendo per scongiurare future cementificazioni nel nostro parco. La nuova delibera di Giunta regionale ricomprende Monte Ciocci all’interno della Riserva Naturale,, permettendo all’intera area una maggiore salvaguardia e tutela. É la nostra battaglia e dovrebbe venire trasformata in un atto amministrativo, finalmente, dalla Giunta Zingaretti.

Sarebbe bello e importante che garantissimo una numerosa partecipazione di pubblico ai lavori della Commissione, come è successo nei convulsi giorni di dicembre quando avanzava il progetto di un “palazzetto dello Sport” all’interno del Parco.

Quello di Giovedi 12 è l’ultimo atto della stessa battaglia. Questa è l’ultima decisiva chiamata. Noi ci saremo. Attenti come sempre.

 

 

 

La battaglia non è finita

23 maggio 2014
Il pericolo non è scongiurato.  Parco e Istituto di Agraria sono ancora nel mirino di chi vuole costruire il palazzetto dello sport. Questo documento pubblico di cui siamo entrati in possesso ci ha allarmato moltissimo e vogliamo condividerlo sottoponendolo alla vostra attenzione. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sono passati 5 mesi da questo documento dell’ 11 dicembre 2013 e aspettavamo in tempi brevi la firma definitiva che garantiva la liberazione da ogni possibilità di cementificazione a danno del Parco.
Siamo ancora in attesa di questa firma che tolga ogni dubbio sull’inviolabilità del territorio riguardante Monte Ciocci.
Il documento che leggerete per noi è aria fritta, ma riapre dubbi sulla reale volontà di inserire il Parco Monte Ciocci nella riserva naturale di MONTE MARIO. Consideriamo inoltre l’incombenza di un ricorso al TAR da parte della società sportiva intenzionata a mettere le sue mani su un territorio che non deve essere più toccato.
Allertiamo tutti a una possibile nuova mobilitazione per costringere gli organi preposti a mettere fine al più presto a questa ambigua storia.

Come ci ha spiegato la Consigliera Antonella Pollicita 1) Il documento pubblicato è la proposta di delibera consiliare che ricalca pari pari la delibera di Giunta, approvata a seguito delle nostre battaglie anche a mezzo stampa e che contiene senza margine di incertezza e con estrema chiarezza la definitiva posizione della Regione; il Parco di Monte Ciocci E’ RICOMPRESO NELLA RISERVA NATURALE DI MONTE MARIO. Pertanto, nessun dubbio sulla stesura del documento, ma necessità di veder concludere l’iter NON CON UNA FIRMA, MA CON UN VOTO CHE SEGNI L’APPROVAZIONE DEL TESTO A MAGGIORANZA DA PARTE DEL CONSIGLIO REGIONALE. Pertanto, come già fatto in precedenza, torneremo a sollecitare la competente Commissione Consiliare Regionale che si occupa di Ambiente a calendarizzare presto la proposta di delibera per chiudere definitivamente la vicenda.

2) Il ricorso della ditta proponente, legittimamente titolata a rivalersi su una amministrazione che ha cercato in ogni modo di dare via libera al progetto “di riqualificazione” dell’Istituto Dominzia Lucilla, contiene in modo inquietante ancora una volta il tentativo di mettere in discussione l’inclusione del Parco di Monte Ciocci nella Riserva, e di escluderlo pertanto dai vincoli di tutela paesistico ambientali connessi. Su questo ho già coinvolto alcuni Consiglieri Regionali, che hanno coinvolto i legali. 

Passeggiata di primavera

2 maggio 2014
 

Vi aspettiamo domenica 4 maggio per una passeggiata da Monte Ciocci verso il Parco del Pineto passando per quello di Proba Petronia.PASSEGGIATA DI PRIMAVERA2(1)
Ci incontriamo anche per fare il punto della situazione manutenzione del parco e scambiarci informazioni.
Non mancate!
Inutile dirvi di indossare scarpe molto comode.
Abbiamo pensato di far portare qualcosa da mangiare per un momento di ristoro dopo la passeggiata, in modo da non essere affamati e scappare a casa di corsa.
Poichè i liquidi sono troppo pesanti ed impegnativi magari ognuno si porti qualcosa da bere.

Ci vediamo domenica 4 maggio alle 10 sul belvedere.

Adottiamo un cestino

28 marzo 2014

Amici,

vi ricordiamo l’appuntamento per la nostra “spedizione pulitiva”. Ripuliamo il nostro Parco e adottiamo un cestino. Appuntamento al Parco Urbano di Monte Ciocci domenica 30 marzo alle 10.30 (pioggia permettendo).

Avviso urgente

21 marzo 2014

Amici,
purtroppo le previsioni del tempo sembrano non essere a nostro favore. In caso di pioggia battente, saremo costretti ad annullare il nostro appuntamento di domenica 23 spostandolo a quella successiva.

Spedizione pulitiva

20 marzo 2014

Il Comune di Roma non ha più soldi. Chiede la collaborazione dei cittadini per la manutenzione delle aree verdi. Lo abbiamo scoperto, negli incontri tenuti con Julian Gareth Colabello capogruppo PD Municipio XIV e Ivan ErraniVicepresidente/Assessore all’ambiente, riqualificazione urbana e turismo.monteciocci
In passato, abbiamo spinto per l’apertura del Parco Monte Ciocci.
Ora è chiaro che tutti i ritardi, le lungaggini e le attese erano, anche in parte, dovuti a questa ragione. Nessuno poteva e può garantire la sua manutenzione.
L’impresa che ha curato i lavori per la realizzazione del Parco a fine mese chiuderà il cantiere.
Restano tante cose ancora da fare: mancano panchine, fontanelle per l’acqua, piccole rifiniture, non è ancora stata dato in gestione il punto ristoro ecc ecc.
Noi faremo come sempre la nostra parte.
Il Comitato si e’ attivato immediatamente per l’emergenza manutenzione, con una prima, semplice, fondamentale azione: lo svuotamento dei cestini pieni di rifiuti. Lo hanno fatto i nostri volontari.
Ora chiediamo a tutti quelli che si godono il parco di esserci:
                           

                                  Adottiamo un cestino a testa!
Ci vediamo sul belvedere  domenica 23 marzo dalle 10 alle 11 per discutere del progetto.

Vogliamo capire quanti siano interessati ad attivarsi insieme a noi, almeno per questa mansione che crediamo indispensabile. Si tratterà di adottare un cestino a persona in modo che non gravi tutto su un piccolo gruppo. Possiamo anche pensare, dopo aver monitorato con quanta frequenza vengono riempiti, di incontrarci periodicamente per farlo insieme. Vi aspettiamo dunque per parlare di queste ed altre problematiche legate al nostro tanto, troppo, sospirato Parco di Monte Ciocci.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.